Differenza tra obiettivi Nikon AF-S e AF-P

Nikon ha lanciato dal 2016 la nuova serie di obiettivi AF-P con il Nikkor 18-55 3.5-5.6 VR, il Nikkor 18-55 3.5-5.6, Nikkor 70-300 VR 4.5-6.3 e Nikkor 70-300 4.5-6.3 . In questo articolo vi spiegherò velocemente che differenza c’è tra gli obiettivi della serie AF-S e AF-P.

L’AF-P è la nuova serie che equipaggia uno stepper motor (detto anche motore passo passo), un motore autofocus di nuova generazione che annovera tra i suoi pregi silenziosità (ottimo specialmente per i video) e velocità di messa a fuoco. La serie AF-P sembra essere simile a quella STM di Canon, solo che quest’ultima, a differenza di quella Nikon, è compatibile con tutti i corpi macchina (anche i più vecchi). Gli AF-P, rispetto agli AF-S, non presentano selettori esterni per la messa a fuoco (manuale o automatica) e per accendere o spegnere il VR, tutte queste operazioni devono essere compiute in camera.

L’AF-S è il classico motore ad ultrasuoni, quest’ultimo è in utilizzo da anni nel sistema Nikon e può essere più o meno veloce dell’AF-P in base al tipo di motore USM che l’obiettivo equipaggia. Solitamente ci sono due tipi di USM, il Ring USM ed il Micro USM, il primo è più veloce e preciso del secondo.

Le differenze però non sono solo queste, infatti l’AF-P, a differenza dell’AF-S, è incompatibile con corpi macchina precedenti al 2013, quindi funziona con:

  • Nikon D3300
  • Nikon D3400
  • Nikon D5200
  • Nikon D5300
  • Nikon D5500
  • Nikon D5600
  • Nikon D7100
  • Nikon D7200
  • Nikon D500

Per alcune reflex in elenco un aggiornamento firmware dovrebbe essere necessario per il funzionamento dell’ottica con il corpo macchina*.

E con le macchine diverse da quelle sopracitate? Nulla non si possono utilizzare, in questo caso ne sconsiglio l’acquisto perché l’obiettivo non dovrebbe essere neanche riconosciuto dal corpo macchina.

Comunque consiglio sempre di provare in negozio le ottiche e di scegliere, tra le AF-P, quelle dotate dello stabilizzatore (VR) specialmente per quanto riguarda il 70-300 che, a 300mm, arriva anche a 6.3 presentandosi come lente molto buia.

64ISO rimane a disposizione attraverso i commenti o via Email per qualsiasi chiarimento riguardante la differenza AF-S e AF-P.

*Ho messo insieme i dati provenienti dalle pagine ufficiali Nikon ed ho ricavato la precedente lista.

4 pensieri su “Differenza tra obiettivi Nikon AF-S e AF-P”

  1. Buongiorno,

    sono in procinto di acquistare una Nikon D5600 Body, ho un obiettivo DX, AF-S Nikkor 18-300 3.5-5.6G ED dotato di VR.

    Ritenete che possa ottenere buoni risultati ?

    Grazie

    1. Buonasera, mi scusi per una risposta non celere. Il 18-300 non è poi così male come descrivono, io ho avuto il 18-200 in prova e non mi è sembrata un’ottica pessima, anzi mi è piaciuta molto (tenendo conto della sua escursione focale).Reputo che per iniziare il 18-300 sia un’ottima lente, da abbinare sempre ad un Nikon 50mm 1.8 AF-S con il quale ci si può davvero divertire (in alternativa consiglio il 35 1.8 AF-S DX).

  2. salve! sono molto nuovo in questo mondo e vorrei chiarirmi un po’ le idee. Ho comprato una Nikon d3200 con la idea di fare qualche video , dopo le prime prove ho visto che i risultati erano simili al mio vecchio iphone 4s !!! sto provando con il obiettivo in dotazione ( af-s nikkor 18-55mm ) potete darmi qualche consiglio? grazie mille.

  3. ho ricevuto oggi da Nikon, e l’ho fatto, l’aggiornamento firmware per D610 che cosi accetterà e funzionerà a dovere, a quanto pare, anche con gli obiettivi AF-P. (Versione C 1.02)

I commenti sono chiusi.