Differenza tra Obiettivi Nikon AF-S e AF-D

E’ fondamentale conoscere la differenza tra gli obiettivi Nikon AF-S ed AF-D, perché alcune macchine fotografiche Nikon non sono compatibili con gli obiettivi AF-D rendendo impossibile la messa a fuoco automatica. Questa è una piccola guida per i neofiti della casa nipponica giallo e nero che, spesso, acquistano un obiettivo AF-D nuovo, senza sapere che, questo è incompatibile con il proprio corpo macchina. 

Piccola nota prima dell’articolo, quando trattiamo la “Differenza tra obiettivi Nikon AF-S e AF-D” stiamo parlando della differenza che intercorre anche tra gli obiettivi Nikon AF-S e AF (non D), dato che i classici AF hanno un principio di funzionamento identico a quello degli AF-D.

Ma prima di approfondire le differenze tra i Nikon AF-S ed AF-D parliamo delle due serie, prima dell’una e poi dell’altra. La serie di obiettivi AF-D della Nikon nasce come sostituta della serie AF, la D permette di trasmettere la distanza dal soggetto inquadrato, consentendo alla macchina un metering adeguato del flash per avere lampi perfetti. Con la nascita della serie AF-D Nikon ha colto l’occasione per rinnovare e migliorare lo schema ottico e meccanico di alcune lenti, infatti determinati AF-D hanno una resa ottica migliore e, spesso, anche un’autofocus più veloce (un esempio è il Nikon 70-210 AF-D che è più rapido rispetto alla versione AF).

La serie AF-S è stata introdotta alla fine degli anni 90 (1998), la S in questo caso sta per Silent, gli obiettivi hanno un motore ultrasonico che permette un Autofocus molto silenzioso. Le differenze di rumorosità tra AF-D e AF-S ci sono, i D sono più rumorosi degli S. Nella serie AF-S vediamo anche la scomparsa del selettore dei diaframmi esterno, impossibilitando così l’uso della lente con vecchi corpi macchina AI (cosa possibile con gli AF-D ed AF). I nuovi obiettivi AF-S hanno il motore integrato, il che consente l’utilizzo con tutte le macchine digitali Nikon. Solitamente le ottiche AF-S hanno schemi ottici rinnovati e nessuno ha uno schema ottico simile ad obiettivi della serie AF-D. Tra le differenze estetiche, con la vecchia serie AF-D, troviamo delle scritte in oro, alla base della lente, l’assenza di scritte frontali, una quantità maggiore di contatti (vicino all’elemento posteriore), il selettore di scelta tra AF e MF ed, infine, il selettore del VR.

Ecco a voi le differenze evidenziate estetiche a confronto:

Quindi la serie AF-D si differenzia dalla AF-S, almeno esteticamente, per la presenza del selettore esterno dei diaframmi per garantire, come detto prima, una massima compatibilità con i vecchi corpi macchina analogici Nikon. La serie di obiettivi Nikon AF-D presenta anche l’assenza del motore autofocus integrato, la differenza sostanziale è proprio qui, se acquisterete un’ottica AF-D per utilizzarla su corpi macchina Nikon che NON hanno il motore Autofocus integrato allora l’utilizzo degli AF-D sarà solo in manuale, lo stesso vale per gli obiettivi AF (simili e precedenti alla serie AF-D).

La serie di obiettivi AF-S è totalmente nuova, presenta una maggiore qualità ottica generale, una migliore costruzione ed un’inferiore probabilità di rotture, i primi AF e AF-D si rompono facilmente, infatti spesso mi è capitato di acquistare modelli con ghiera diaframmi danneggiata (non ne pregiudica il funzionamento).

E’ importante quindi conoscere la differenza tra gli obiettivi Nikon AF-S e Nikon AF-D perché, in questo modo, non si commetteranno errori in sede di acquisto. Solitamente le lenti Nikon AF-D sono più economiche delle loro controparti AF-S, per tale motivo molti optano all’acquisto senza pensare alla compatibilità con il proprio corpo macchina.
Per capire se il vostro corpo macchina Nikon è compatibile con un obiettivo della serie AF-D vi basterà verificare,  sulla baionetta, se sarà presente un particolare tipo di vite sporgente, nel caso in cui ci sarà il vostro corpo macchina sarà compatibile con i Nikon AF-D, nel caso opposto dovrete acquistare un nuovo AF-S o AF-P.

Vi lasciamo una foto che vi farà capire immediatamente dove si trova tale vite:

Vite Autofocus per Nikon AF-D

Bene, ora conoscete la differenza tra gli obiettivi Nikon della serie AF-D e quelli della serie AF-S. Forse vi sarà sorta una domanda leggendo questo articolo, perché comprare una lente della serie AF-D? Se hanno schemi ottici vecchi ed una maggiore probabilità di rotture, perché dovremmo comprarne uno? C’è un semplice motivo:

Sul mercato del nuovo gli AF-D costano meno delle rispettive controparti AF-S. Esempio il Nikon 50 1.4 AF-S ed il Nikon 50 1.4 AF-D, due lenti dal carattere differente e con 150€ di differenza a favore del D. Lo stesso discorso vale sul mercato dell’usato, gli AF-D hanno dei prezzi ottimi per chi compra e, spesso, si riescono a fare degli ottimi affari su Ebay.

Speriamo che questo articolo vi avrà aiutato a fare chiarezza e non vi farà commettere errori in sede di acquisto.